Acquariofilia - BARBUS TETRAZONA (barbo tigre)

Il barbus tetrazona, o barb sumatra, in italiano chiamato anche barbo tigre; è un piccolo pesce d'acqua dolce, appartenente alla famiglia dei ciprinidi (famiglia di oltre 2.000 specie diverse, che in comune hanno i caratteristici fianchi schiacciati e la bocca piccola e priva di denti).

Il tetrazona è la variante bicolore: presenta 4 strisce nere su un corpo rossiccio, mentre nella versione albina le strisce sono bianche. Inolre vi è anche una variante del tetrazoma barbus a guance rosse, caratterizzata da una macchia rossa dietro l'occhio, e un altro paio di varianti del tetrazoma, tra le quali quella verde e la grigia.

Questo pesce è originario dell'Indonesia, più specificamente del Borneo, raggiunge una lunghezza massima di soli 5 centimetri, ma non è un pesce adatto ad una vasca di comunità che presenti pesci a pinne lunghe, come il betta, poichè è un pesce che si dimostra aggressivo in età adulta nei confronti di altre specie di pesci, mentre è pacifico verso i suoi simili, con i quali vive in gruppo. Infatti se decidete di ospitare un barbo tigrato, sappiate che dovrete comprarli almeno altri 9 esemplari per garantirgli una stabilità psichica adeguata!

Sono pesci onnivori che necessitano di un'alimentazione molto alternata, che va dai vermi vari alle verdure fresche. 

I tetrazona nell'acquario ricoprono una posizione centrale o da fondo, quindi volendo allevare assieme a loro altri pesci, sono preferibili quelli che invece rivestono una posizione medio alta.

Per quanto riguarda la riproduzione, questa avviene di frequente negli acquari, ma i tetrazona non si prendono cura della prole, bensì si limitano a rilasciare le uova libere nella corrente, perciò se volete essere sicuri della schiusa dovete isolare la coppia (i maschi sono più piccoli delle femmine, ma con colori più accesi, ed entrambi devono avere almeno due anni d'età) in un altro acquario, poco illuminato e maturo, con un fondo che garantisca un nascondiglio alle uova, per esempio fatto di biglie di vetro o muschio di giava.

Inoltre sappiate che per questi pesci non sono adatte alte temperature: la massima è di 26 gradi, la minima di 20. Non sono adatte loro piante a foglia larga, che mangiucchierebbero, e il ph ideale è quello neutro. 

I barbus tetrazona hanno un'aspettativa di vita di 6/7 anni, se tenuti in condizioni adatte a loro.

Autore Karolina
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Aquascaping Lab. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!