Acquariofilia - trattamento di LEGNI e RADICI.

Un elemento essenziale per un corretto arredamento di un acquario amazzonico o tropicale d'acqua dolce, che rievochi alla perfezione l'habitat dei vostri pesci, è costituito da radici vere e legni di fiume.

Vi sono diversi tipi di radici e legna che potrete inserire nella vasca e potete sia comprarle in negozio che trovarle in natura. In entrambi i casi vi sono dei pro e dei contro: un legno comprato in negozio è stato trattato fino a diventare un oggetto sterile, definibile quasi artificiale, e come tale ha perso le proprietà che lo rendevano un ottimo fertilizzante per piante come le anubias e alimento naturale per alcuni tipi di pesci; allo stesso stempo però garantisce a chi lo inserisce in vasca di non star introducendo sostanze nocive o inquinanti che potrebbero essere introdotte in vasca accidentalmente, avendo prelevato il legno in natura.

Se avete trovato un bel legno e volete metterlo nel vostro acquario, ricordatevi di lavarlo prima accuratamento o farlo direttamente bollire per qualche minuto ed asportare eventuali parti marce e/o ammuffite che trovate.

Le radici più comuni in commercio sono quelle delle mangrovie che attraggono molto per la loro particolare conformazione che dona riparo e nascondigli ai pesci. Oltre alle mangrovie possiamo trovare lo yati perfetto per grossi ciclidi in acquari grandi, per via delle sue dimensioni; la namibia (dal colore chiaro e molto pesante); java o manila (scuro e liscio).

Autore Karolina
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!