CICLIDAE NIGROFASCIATUS - Cura della prole

I ciclidi del genere nigrofasciatus, sono pesci sudamericani delle acque amazzoniche. Sono abbastanza diffusi negli acquari di tutto il mondo per via dell'estrema facilità con la quale si riproducono e grazie alla loro resistenza ai cambiamenti climatici. Sono infatti pesci molto robusti, che non necessitando di particolari cure, si adattano più o meno bene a qualsiasi tipo di acquario.

Un acquario attrezzato perfettamente per loro deve però essere amazzonico: con una temperatura di minimo 25 gradi, luce fioca, parecchi rami veri e una ghiaia medio fine, che gli permetta di scavare le buche necessarie per la cura dei piccoli; inoltre ci devono essere nascondigli e grotte.

I ciclidi formano coppie durature, anche se un maschio può avere più di una compagna, e le coppie riproduttive depongono le uova circa ogni due settimane/un mese. Le uova, una volta deposte, si schiudono dopo 3 giorni, ma certe volte risultano essere sterili, per cui non tutte le covate porteranno a dei piccoli (per fortuna). I piccoli diventano autonomi dopo un paio di settimane. Primo di ciò la mamma e il papà se ne prendono cura con molta attenzione.

Nel video vediamo la femmina con i piccoli che sposta la ghiaia per fare spazio alla prole e per cercarli del cibo nel fondale, mentre il maschio fa la ronda, scacciando gli eventuali predatori.

Autore Karolina
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!