Civetta che si fa coccolare come un fosse un micio

I rapaci sono animali molto affascinanti, sinonimo di forza, eleganza, maestosità e velocità. Se non è infrequente vedere anche nelle nostre città il volo di un falco o di una poiana, vi sono sicuramente rapaci poco conosciuti ai più, perchè di abitudini notturne. Tra questi gufi, civette, allocchi e barbagiani, tutti accomunati da occhi grandi e magnetici e capacità mimetiche straordinarie durante le ore diurne quando riposano.

Questi rapaci vanno a caccia di piccoli roditori, di notte, nei boschi, grazie a delle precise caratteristiche che li rendono adatti a muoversi al buio ed in ambienti oscuri. Occhi grandi, udito molto sviluppato, penne "vellutate" li rendono silenziosi e micidiali allo stesso tempio. Gli artigli sono le dotazioni naturali di questi bellissimi uccelli in grado di renderli letali in ambienti di penombra. Entrare in contatto con uno di loro, in natura, è abbastanza difficile, ma a volte capita di imbattersi magari in un esemplare ferito e bisognoso di cure.

Non sappiamo come la civetta del video sia giunta a casa di qualcuno, possiamo però vedere che ci si è ambientata benissimo. Non solo non ha paura del contatto con gli umani, ma quel contatto lo cerca esattamente come farebbe un gattino in cerca di carezze e di coccole. E non è meravigliosa l'espressione beata che assume mentre riceve i grattini sulle piume in mezzo alla testa? Sembra proprio un micio domestico, fara anche ron-ron?

Autore chspado
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!