Come capire se il vostro cane o gatto ha ingerito del cioccolato

Il Medico Veterinario Roberto Bonetti ci elenca i sintomi da intossicazione dopo l'assunzione di cioccolato da parte di cani o gatti. Il cioccolato contiene teobromina, una sostanza tossica per il cane e per il gatto. Se avete il sospetto o la sicurezza che il vostro animale abbia mangiato del cioccolato, portatelo subito dal veterinario che provvederà con una lavanda gastrica.

Attenzione, perché se la dose di cioccolata è alta, può risultare anche mortale. Ecco perché bisogna essere tempestivi, oltre che prudenti. Il consiglio è quello di non abituare i vostri animali ad assaggiare dolci e dolciumi di nessun tipo, dai biscotti alle torte, in particolare se si tratta di dolci al cioccolato, cioccolatini, creme spalmabili al cioccolato.

Allo stesso tempo evitate di tenere barattoli o vassoi contenenti dolciumi alla portata del cane o del gatto o di farli salire sul tavolo mentre preparate un dolce. Stesso discorso per quanto riguarda i cibi contenenti caffeina, come appunto il cacao, ma anche il caffè. Purtroppo molti possessori di cani o gatti trascurano l'accortezza di non dare al proprio animale cibi apparentemente buoni ma in realtà dannosi per la salute dell'animale, come nel caso di chi da prosciutto, wurstel o latte/formaggi al cane o al gatto.

L'alto contenuto di sale, conservanti e caseina-lattosio per quanto riguarda i latticini, possono rovinare la flora batterica dell'animale provocando diarrea e malassorbimento, calcoli, problemi renale e persino tumori.

Autore Strega
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!