Come curare il pelo del gatto Persiano

I gatti, soprattutto quelli a pelo lungo, necessitano di particolari cure per mantenere pulito e bello il proprio mantello.

Addirittura il gatto persiano e quello esotico necessitano di cure giornaliere. Il mantello del gatto a pelo lungo va spazzolato tutti i giorni, per evitare la formazione di nodi.

Inoltre, ai gatti che hanno un'elevata lacrimazione, vanno puliti gli occhi almeno due volte al giorno, utilizzando un tovagliolino di carta o una garza di cotone imbevuta con acqua. Nel caso in cui la lacrimazione sia invece dovuta ad una infezione degli occhi, occorre portare il gatto dal veterinario, che provvederà a somministrargli delle gocce che poi dovrete applicargli voi stessi giornalmente.

Il gatto perde il pelo in particolare nel momento della muta, quando rinnova il proprio mantello. Se il gatto viene spazzolato ogni giorno, il rischio di ritrovarsi la casa piena di peli caduti si riduce, proprio perché la raccolta del pelo vecchio avviene ogni giorno.

Per aiutare il corretto sviluppo del mantello si può lavare il gatto ogni trenta o quaranta giorni. All'inizio sarà restio, ma poi si abituerà, anche perché il momento dell'asciugatura con il phon (a bassissimo regime e ad una temperatura non alta!) e della successiva spazzolatura gli risulteranno piacevoli.

Quanto allo shampoo, ne esitono di specifici per gatti con il pelo lungo, così come le spazzole da utilizzare per pettinarlo.

Autore maxsbard
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube RoyalCaninIT. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!