Come si sterilizzano cani e gatti

Spesso siamo costretti a sterilizzare il nostro cane o il nostro gatto, soprattutto se abitano in casa con noi. Un'operazione molto discussa e da alcuni disapprovata, ma che in molti casi si rende necessaria per una corretta gestione dell'animale.

Per asportare con un intervento veterinario entrambe le ovaie di una gatta occorre circa un'ora. L'intervento va effettuato in un laboratorio veterinario e l'animale torna a casa il giorno stesso.

La sterilizzazione è il modo migliore per prevenire l'attività ciclica del cane e del gatto. Inoltre, in questo modo si evitano le uccisioni di tante nidiate di cuccioli.

Meglio effettuarlo prima che la gatta vada in calore per la prima volta. In questo modo, tra l'altro, si prevengono le neoplasie mammarie.

L'intervento va effettuato in anestesia, praticata in genere facendo odorare al gatto o al cane un fazzoletto imbevuto di anestetico.

E' vero che gli animali sterilizzati tendono ad aumentare di peso. Inconveniente che può essere eliminato con una dieta ipocalorica o facendo fare all'animale più esercizio fisico.

Già dal giorno successivo l'intervento, una volta smaltita totalmente l'anestesia, il nostro cane o il nostro gatto avranno riacquistato tutta la loro consueta energia.

All'animale viene applicato un collarino di protezione, per evitare che vada a leccare o mordere i punti di sutura, che devono essere rimossi dal veterinario.

Autore maxsbard
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube HumansAndFriends. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!