Crescita dell'Amanita Muscaria in natura, favoloso

L'Amanita muscaria, o Agaricus muscarius è molto più conosciuto col nome comune o volgare di ovulo malefico. Si tratta di uno dei funghi più conosciuti e riscontrati nei boschi a causa del suo vistoso colore che non passa di certo inosservato. Molto bello da vedere e da fotografare, spesso cresce in gruppi numerosi e con esemplari di notevoli dimensioni. Quando si pensa al classico fungo velenoso di certo è l'immagine che per prima viene in mente a tutte le persone.

Cappello da giovane emisferico bianco e facilmente confondibile con altri tipi di funghi, causando pericolosi errori di valutazione, una volta maturo assume la classica forma a fungo che tutti conoscono. Di colore rosso molto vivo, presenta in superficie delle piccole vescicole bianche che lo punteggiano totalmente.
Lamelle molto fitte bianche tendenti al giallo, da cui si sviluppano poi le spore.
Gambo cilindrico e slanciato con una sorta di bulbo a contatto con il terreno, dapprima pieno poi cavo.

Assolutamente non commestibile, l'Amanita Muscaria presenta sostanze neuroattive che possono causare formicolio incontrollato, spasmi, allucinazioni visive ed olfattive, sensazione di sognare fino a manie suicide.

Nella storia sembra che questo fungo venisse usato fino dai tempi antichi durante riti religiosi e propiziatori. Ritrovamenti in pitture e incisioni rupestri fanno pensare che questo fungo fosse conosciuto fin dalla preistoria e in numerose parti del mondo.
Autore farmame
Vota questo articolo
Watch
Condividi

Lascia il tuo commento!