Gli animali più bizzarri della Preistoria - La Fantasia della Natura

Quello che la Natura crea è inimitabile, neanche l'uomo può reggere il confronto, soprattutto perché di norma egli "copia" quello che esiste in Natura, come fa con la clonazione o con tecnologie che riproducono artificialmente forme e forze naturali. Non sempre, infatti, la ciambella riesce col buco, all'inverso della Natura che le fa sempre perfette, qualsiasi sia l'era o l'epoca in cui si mette al lavoro.

Nella Preistoria si diede libero sfogo, forse sperimentava, tuttavia le creature gigantesche che generò rispecchiavano proprio la sua potenza e la sua grandezza. Man mano si è affinata, le forme sono diventate più sinuose e armoniche, alcune bellissime da vedere, al contrario di quelle specie che sono sopravvissute all'estinzione, come i coccodrilli, che testimoniano lo stampo grezzo e spigoloso di una Natura ancora giovane e inesperta.

Quello che possiamo vedere dell'era preistorica ci perviene da ritrovamenti fossili che hanno consentito una riproduzione animata al computer, ridando vita a queste specie animali che popolavano la Terra e che, se non estinte, si sono evolute nel corso delle ere, per potersi adattare e garantire la continuazione della loro specie. Alcune sono veramente bizzarre, degne di un racconto di fantasia, ma dopotutto è proprio la fantasia ad ispirarsi alla Natura, non l'opposto, è lei la grande maestra del fantastico.

Autore SettimaLuna
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!