Il vostro cane non vi ascolta? Ecco come migliorare il vostro richiamo

Qualche consiglio dall'istruttore cinofilo Michele Caricato, che ci spiega inoltre come mai il nostro cane fatica ad ascoltarci, o comunque si deve chiamarlo più volte affinché esso risponda al richiamo. Generalmente, può dipendere un po' dal cane che è ancora giovane, e un po' dall'impostazione della persona, che non si comporta come leader e dunque come capobranco.

Esistono diversi esercizi da fare con il proprio cane, al fine di abituarlo a rispondere correttamente, e si consiglia di metterli in pratica perché talvolta il fatto che il cane non ascolti può rappresentare un problema, soprattutto se si è in pubblico, al parco, oppure se il cane è un po' lunatico, quindi può dar fastidio ad altri cani o peggio alle persone che ha intorno, magari ad un ospite che viene a trovarci e si trova bloccato e a disagio nei confronti del comportamento autoritario e talora aggressivo del nostro cane.

Il cane, in sostanza ci deve riconoscere come capobranco, come farebbe se stesse allo stato brado, colui che decide e guida, così che il cane si senta tranquillo e si affidi completamente a lui, potremmo dire ad occhi chiusi. Una buona regola è di premiarlo sempre al suo ritorno, con carezze o dolcetti, in modo che l'animale associ il richiamo a qualcosa di piacevole, anche quando fa il cattivello. Se lo accogliete con una sgridata o con un colpettino punente, infatti, la prossima volta non verrà, anche se non avrà fatto nulla per cui essere punito. Siate sempre sereni, bendisposti e tranquilli, come un vero leader.

Autore SettimaLuna
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!