Le libellule - Scorpiamole insieme!

Le libellule hanno un capo mobile e tondo e grandi occhi posizionati ai lati del capo che occupano quasi tutta la superficie della testa, dotata di corte antenne. Il corpo di forma cilindrica e appiattita, può essere lungo fino a 15 centimetri e sfoggia colorazioni brillanti che a volte si differenziano perfino tra maschi e femmine di una stessa specie.

I maschi e le femmine della libellula si distinguono per la colorazione:il maschio presenta l'addome rosso fiammante e la fronte rossa, mentre la femmina ha l'addome giallastro. Il torace ha zampe sottili e grandi ali membranose, fittamente reticolate e trasparenti, atte a un volo veloce e acrobatico:infatti, grazie alle sue ali ampie e membranose, mosse dai forti muscoli del torace, la libellula può raggiungere velocità notevoli e, se vuole, è anche in grado di arrestarsi istantaneamente.

Le libellule si librano soprattutto in estate e abitano zone umide con acque calme e stagnanti.

Difficilmente smettono di volare e proprio in volo compiono tutti gli atti della loro breve vita: l'accoppiamento, la deposizione delle uova, la caccia e il nutrimento.

La specie più comune di libellula è la libellula depressa che presenta livree giallastre nella femmina e bluastre nel maschio. Il nome di questo insetto deriva dal latino libella, ovvero piccola bilancia e si riferisce alla sua posizione in volo, con le ali orizzontali e in equilibrio come i piatti di una bilancia.

Le libellule restano in genere nelle vicinanze delle zone acquitrinose e paludose che costituiscono il loro habitat ideale, anche se, grazie all'apparato alare molto sviluppato, possono allontanarsi anche di diversi chilometri.

Autore pisacane
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Davide Rufino. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!