Le quattro stagioni nel regno animale

Vige il detto che non esistono più le mezze stagioni, per altri addirittura le stagioni stesse. Questo video documentario, sulle note della canzone "Ademyus" di Enya, in versione strumentale, smentisce questo luogo comune. In esso vengono esplorate le quattro stagioni in ambienti naturali e incontaminati dove l'uomo non è il principale protagonista, ma lo sono gli animali simbolo che popolano quel luogo.

Le stagione sono cicliche e nel video si parte con la stagione invernale al polo nord con l'orso bianco e il suo cucciolo che camminano su un immenso manto di neve, nell'ambiente fatto di ghiacciai perenni.

La primavera viene mostrata attraverso campi di iris gialli e viola, variopinte farfalle che si posano sui fiori, uccelli che volano sui monti e altri che si affacciano alla vita. Possiamo notare anche due aquile reali che con la loro possenza volteggiano nel cielo, ma non finisce qui, perché tale stagione è rappresentata anche da tramonti spettacolari e mare con tutti i suoi riflessi di colore, per concludersi con una tartaruga gigante.

L'estate nel deserto con viaggiatori sui cammelli e le impronte che lasciano sulla sabbia, il re della foresta, il leone e il ghepardo. Anche qui possiamo notare il mare, vari animali ormi risvegliati da tempo dal letargo e campi di grano, cielo tumultuoso a presagire i temporali estivi.

Questo viaggio incontaminato si conclude con l'autunno e i suoi cambiamenti di colori, con le classiche foglie che cadono, orsi che sono pronti a tornare in letargo, pesci che saltano sulle cascate; si intravedo anche le prime nevi.

Autore Kkya
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube oscar carrara. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!