Lo stambecco - Tutto quello che c'è da sapere

Lo stambecco è un mammifero dal corpo tarchiato, con collo muscoloso e arti corti e robusti.

I maschi portano grandi corna a scimitarra che possono raggiungere anche un metro di lunghezza. Le femmine hanno invece corna più corte, al massimo lunghe 35 centimetri, meno spesse e nodose. Lunghezza: 1,7 m. Peso: fino a 150 kg. Riproduzione: un piccolo, dopo una gestazione di 160-180 giorni. Habitat: tutto l'arco alpino, fino a oltre 3.000 metri. Colore: bruno-fulvo. Alimentazione: qualsiasi tipo di vegetale.

Il mantello subisce due mute all'anno: quello estivo è corto e rado, di colore grigio-fulvo; in autunno il pelo diventa bruno scuro arricchendosi di una lanugine calda chiamata Borra. Solitamente questo animale vive in zone elevate e ripide con temperatura rigida. Durante la primavera migra verso le zone piu basse, dove cerca avidamente erba novella. In questo periodo lo troviamo frequentemente nei boschi anche a 1400 metri di quota.

La dieta abituale è rappresentata da piante erbacee, ma in caso di necessità, si può anche cibare di licheni, cortecce e germogli. Le corna dello stambecco crescono per tutta la vita, ma il loro sviluppo si rallenta dopo il quarto o il quinto anno.

Lo stambecco è un animale diurno, attivo già prima del sorgere del sole. Trascorre l'intera giornata su terreni erbosi. Durante la bella stagione lo stambecco consuma fino a 20 kili al giorno di vegetali, accumulando molte riserve di grasso per il periodo invernale, da cui ne esce notevolmente dimagrito.

Autore pisacane
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Il Dolomiti. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!