NEPAL, a soli 4 anni difende con Tutta la sua Forza la sua Capretta

Un video che ha dell'incredibile, in Nepal, un bimbo di 4 anni, accompagna la sua capretta al templio, dove, purtroppo, si eseguono degli orrendi "sacrifici di sangue". Il bambino, inizialmente sereno, porta la sua capretta nera fino al templio scelto dai genitori. La accompagna al guinzaglio come fosse un cagnolino, la sfiora con una carezza, la guarda soddisfatto e felice.

Poi degli adulti cercano di prenderla, cominciando a spiegargli perché devono allontanarla da lui. Il bimbo cambia atteggiamento, schiva le mani di coloro che vogliono strappargli il suo animale. Insistono, cercano di prenderla, il bimbo comincia ad urlare e a piangere. Ma il gesto più dolce arriva nel momento in cui il bimbo abbraccia la capretta, la tiene stretta a se, cercando di proteggerla da tutti.

Continuano ad insistere nel voler portare via la capretta per essere sacrificata a morte, ma il bimbo urla più forte, la avvolge con la sue manine, poi si spostano insieme, allontanandosi da chi vedeva in quell'animale una vita da sacrificare. Il coraggio del piccolo del video sta facendo il giro del mondo, un esempio per tutti coloro che lottano per gli animali.

Inoltre il gesto disperato di un innocente dovrebbe farci conoscere il significato profondo della parola "empatia", in un mondo dove, purtroppo, certe vite sia animali che umane vengono considerate molto meno importanti di altre.

Autore Strega
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!