Piante Grasse - Come si comincia una collezione

La gamma di specie diverse attualmente disponibili sul mercato è talmente vasta, che chi vuole cominciare a collezionare piante grasse ha solo l'imbarazzo della scelta. Fra i cactus sarà bene prendere intanto qualche Mammillaria; sono di dimensioni relativamente modeste, fioriscono facilmente e si possono trovare in una grande varietà di forme e di colorazioni delle spine. Poi riscuotono grande successo le Rebutia, le Aylostera e le Mediolobivia, che, anche da piccole, fanno bellissimi e grandi fiori dai colori vivaci.

Le Echinopsis sono di facile coltivazione e fanno i loro bei fiori lunghi, a tubo, anche se sono tenute semplicemente sul davanzale di una finestra. Altri generi che fioriscono e non occupano molto spazio, sono gli Astrophytum, i Chamaecereus, i Gymnocalycium, le Lobivia, i Notocactus e le Parodia.

Per alternare un poco le dimensioni in altezza, si possono unire dei Cereus, dei Cephalocereus, dei Cleistocactus, delle Espostoa e degli Haageocereus. Si possono ottenere con spine bianche, dorate, rosse o marroni; spesso hanno delle lunghe capigliature bianche, ma è difficile che fioriscano. Le Opuntia non sono consigliabili, perchè hanno bisogno di molto spazio, fioriscono raramente e sono difficili da coltivare. Poi non si possono lasciare alla portata di bimbi piccoli, perchè nelle areole hanno le glochidi, cioè delle minutissime spine che restano puntate nelle dita, sono quasi invisibili e molto difficili da togliere.

I cactus che hanno i fiori più belli sono gli Epiphyllum, che vegetano benissimo su un davanzale, così come i loro parenti stretti Zygocactus ed Aporocactus. Si possono oggi acquistare affascinanti rarità che vengono raccolte nei deserti americani, ma è meglio prima imparare a coltivare le piante grasse più comuni, perchè queste rarità sono costose e non è facile riuscire a far loro mettere nuove radici.

Oltre i cactus, ci sono altre piante che senz'altro consigliabile aggiungere alla collezione. Inanzitutto le Echeveria, piante a rosetta con foglie le cui tonalità ripetono quasi tutti i colori dello spettro, e con fiori spesso appariscenti e durevoli. Né si devono trascurare le Crassula, che però vanno scelte accuratamente, perchè talune sono difficili da coltivare. Ci sono comunemente numerose specie di piccole dimensioni, che fioriscono facilmente: le Gasteria, dalle lunghe foglie a forma di lingue e le Haworthia, con rosette e foglie piacevolmente disegnate, piante bellissime e facili. 

In questo video la YouTuber AGNESE (all by me) mostra come ha realizzato in casa la propria composizione di piante grasse citate in precedenza.

Autore Nova
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!